Main content start

Ogni viaggio ha inizio per svolgersi nelle dimensioni del tempo e dello spazio, muovendosi verso una destinazione. Non importa quanta distanza abbiamo percorso. Quanto sole, quanta pioggia e vento abbiamo sentito sulla pelle. Il viaggio è tale quando nella meta non vediamo solo il momento finale di questa esperienza ancestrale, piuttosto la svolta che ci conduce su nuove strade inesplorate.

Qui e ora, le prospettive si dilatano, e la linea di confine tra cielo e terra ci appare più sottile. Le orme tracciano una mappa, un disegno che racconta la nostra storia: il percorso che abbiamo fatto, i luoghi che abbiamo visto, le sensazioni che abbiamo provato. Queste tracce ci ricordano le sfumature di colore che hanno visto i nostri occhi, quanti profumi e melodie, quante espressioni così intriganti, diverse da noi eppure familiari.

Una tale bellezza, perfetta solo come madre natura può concepire, ci accoglie e ci culla. In equilibrio tra ciò che è stato e ciò che immaginiamo sarà, si aprono nuove prospettive. E come un pittore su una tela bianca, tracciamo ora le linee di un nuovo sentiero.

Chiudi

Voglio ricevere la newsletter Brunello Cucinelli